La visita dei nostri connazionali di Francia e Canada a Castell'Alfero_30/04/2015

Italian

I nostri connazionali  viventi nel mondo, la restauratrice di opere d’arte e pittrice Viera Pridalová D’Agostini e suo marito Honoré D'Agostini, Slovacchi della Lorena dalla Francia e il fotografo pubblicista Paul Stacho della Lega Canadese Slovacca di Toronto – si sono recati a visitare la nostra associazione MY@VY – Amici della Slovacchia a Torino ed Asti dal 25 Aprile, giorno della celebrazione del 70° anniversario della liberazione d'Italia dal fascismo, ossia la Festa della Liberazione, sino al 1° maggio.

Nel corso di questo viaggio è stata anche visitato il paese di Castell'Alfero, a 10 km. da Asti, e in particolare il suo il settecentesco Castello dei Conti Amico, che conserva ancora interessanti ambienti d'epoca. Tra i cimeli in esso conservati il più significativo è senz'altro la coccarda tricolore. Al patriota italiano Giovanni Battista Gaetano De Rolandis detto "Zuanin" (Castell'Alfero, 24 giugno 1774 – Bologna, 23 aprile 1796), ed al bolognese Luigi Zamboni si deve l'ideazione della coccarda tricolore, che sarebbe divenuta successivamente la bandiera italiana. 

Giovanni Battista Gaetano De Rolandis si recò a Bologna per studiare nel Collegio della Viola ed il 14 novembre 1794, con il bolognese Luigi Zamboni ed altri compagni, organizzò un'insurrezione della città per liberarla dall'oppressione pontificia; la sommossa fu preceduta dalla distribuzione di manifesti e coccarde tricolori. Miseramente fallito il tentativo, De Rolandis e Zamboni fuggirono verso l'Appennino ma vennero catturati nel Granducato di Toscana dalle milizie papali due giorni dopo. Segregati nel carcere bolognese del Torrone, subirono numerose torture ed interrogatori. Lo Zamboni si suicidò impiccandosi nella sua cella, anche se molti dubbi rimangono sulla vera causa della sua morte, mentre il De Rolandis fu processato e condannato a morte mediante impiccagione con sentenza eseguita il 23 aprile 1796 sulla Montagnola della Piazza del Mercato di Bologna. 
Pochi mesi dopo, il 19 giugno 1796 Napoleone Bonaparte entrava in Bologna ponendo fine allo Stato Pontificio; ordinava la liberazione dei prigionieri politici e dava disposizioni affinché la memoria di Zamboni e De Rolandis venisse celebrata; disponendo che le ceneri dei due martiri fossero issate sulla sommità della Colonna della Libertà, alta 23 metri ed eretta sulla Montagnola; cosa che avvenne il 7 gennaio 1798. Aldini, l'avvocato che aveva difeso De Rolandis nel processo, fu nominato primo Ministro e fu chiamato a Parigi per ratificare l’incarico. Passando da Asti consegnò alla famiglia De Rolandis di Castell’Alfero l’unica coccarda rimasta. La bandiera tricolore venne già utilizzata a partire dal 1796 sia dalla Legione Lombarda, alla quale la consegnò lo stesso Napoleone, sia dalla Confederazione Cispadana.( http://www.castellalfero.net/rolandisgb.htm )

La signora Marina Mangone, gentilissima e disponibile direttrice della Foresteria del Castello, ci ha accompagnato in visita al piano nobile nei saloni originali e nella galleria espositiva, recentemente restaurati grazie ai fondi europei. Essa ci ha gentilmente permesso di visitare alcune camere dell’albergo a 4 stelle sul secondo piano, le quali sono tutte arredate con mobili antichi del 19-ismo secolo. Abbiamo discusso insieme delle possibilità di realizzazione degli eventuali eventi comuni e/o delle mostre.

 

Visitando il Castello con la Foresteria di Castell'Alfero era il punto giusto per concludere il soggiorno dei nostri connazionali venuti da Francia e Canada, che proseguivano a portare i nostri saluti insieme alla mostra d’arte slovacca a Timisoara in Romania, per celebrare il 70 ° anniversario della Radio di Timisoara (fondato il 5 maggio 1945) e 25 anni dal momento, che il 22 Aprile 1990 nell'etere si è potuto sentire la lingua slovacca e ceca per la prima volta.

Per saperne di più clicca qui:

http://www.slovenskezahranicie.sk/sk/krajania-informuju/1275/v-rumunskom... http://www.laforesteriadelcastello.it/hotel/category/eventi/                                         http://www.castellalfero.net/rolandisgb.htm

http://radiotimisoara.ro/2015/05/05/foto-expozitia-bine-ati-venit-in-slovacia-la-25-de-ani-de-la-prima-emisiune-in-ceha-si-slovaca-de-la-radio-timisoara/

http://www.150.provincia.asti.it/index.php?option=com_content&view=artic...