Museo Valsusino della Resistenza a Condove

Italian

Partigiana Enrica Morbello Core detta Fasulin e la presidente MY@vY

Museo Valsisino della Resistenza

Il giorno 23 Aprile 2014, dopo un lungo e fatico ma proficuo lavoro, é stato aperto a Condove, a cura dell´ANPI Condove-Caprie,  il Museo Valsusino della Resistenza. Il Museo, é collocato nello stabilimento Lucchini, ha un notevole valore per la storia della resistenza a Condove e nella Valle. Infatti, ricordiamo, che in tutta la Valle i caduti furono 312, mentre i deportati circa 2000. I partigiani che combatterono a Condove provenivano, come lo dimostrano i documenti, non solo da Condove ma anche dalla Valle, da altre cittá, da altre regioni come Emilia, Sicilia, Calabria. Morirono per la rinascita dell´Italia unita. Quest´apertura si deve intendere come l´iniziodi un percorso destinato a durare nel tempo, che dovrá coinvolgere cittadini, scuole,istituzioni in iniziative di educazione permanente.

Alla realizzazione del Museo, oltre all´attore principale che é l´ANPI Condove-Caprie,  hanno collaborato il CONISA, il Sindacato SPI CGIL, la Fondazione Gramsci, l´amministrazioni locali di Condove, caprie e altri comuni della bassa val di Susa,e diverse associazioni compresa la nostra associazione MY@YV e numerosi cittadini che hanno offerto la loro preziosa consulenza.

Un ringraziamento particolare va alla partigiana Enrica Morbello Core, nome di battaglia Fasulin, che ha donato al museo tutti i suoi piú cari ricordi, quadri, oggetti, immagini appartneneti a lei e al suo marito Dino Core, commissario politico della 114 Brigata Garibaldi. Il materiale é  di notevole valore storico. Nell´incontro personale con la nostra presidente ha ricordato anche personaggi provenienti dalla Slovacchia, alcuni di loro ancora vivi, con i quali trattiene a tutt´oggi la corrispondenza epistolare.

    

Tags: